SA1 2019 SOLE SUL GRANDE CORNO!

by

09/02/2019 Seconda uscita del corso SA1 2019 al Grosshorn

Ritrovo alle ore 6.30 da Como, destinazione val d’Avers.

Approdiamo in località Purt dove ci aspetta un clima piuttosto mite e un cielo limpido.

Le montagne circostanti dall’aspetto pannoso richiamano i numerosi skialper a riempire di ricami gli invitanti costoni.

In zona giungono due scuole, la Gilardoni e la SEM di Milano, pertanto la prima difficoltà della giornata consiste nel riuscire a piazzare i mezzi meccanizzati senza mandare in briciole zaini, sci e scarponi che i primi arrivati hanno già poggiato a terra.

Si parte, sci in spalla fino al ponticello dove è possibile calzare gli assi.Mentre ci si avvia verso l’alto, partono le classiche comparazioni delle condizioni in loco rispetto le retrospettive nivometeovalanghistiche. Gli istruttori cercano fin da subito di stimolare la curiosità degli allievi bombardandoli di nozioni mentre si incamerano i primi metri di dislivello.

In questa fase i poveri allievi sono ancora in evidente stato confusionale, perché gli input e le domande provenienti da ogni dove sono più o meno un duecentomilamiliardiesettantadueperiodico:Son troppo coperto?…devo mettere subito l’alza tacco?….cavolo sono fermo sulla traccia!….L’istruttore mi ha fatto una domanda incomprensibile!…però è proprio una bella giornata!!….come si chiama il mio compagno?…. mannaggia a te con le ciaspole!!..che lingua parla questo che passa e come devo salutarlo?…ho la colazione ferma sullo stomaco!!…domani dove andremo?…ma non davano mica vento forte?….perché è partito a razzo?…bella sta valle!

Man mano che si procede il tutto tende a stemperarsi ed il sole accarezza i nostri splendidi sorrisi…Salendo ed analizzando il percorso si avverte concretamente che il vento e il sole durante la settimana hanno fatto la loro parte indurendo leggermente il manto,ma la metamorfosi non appare poi così drammatica.

Quando raggiungiamo il pianone centrale, notiamo che alcuni gruppi scatenati mirano già decisi la vetta, mentre noi beviamo un sorso, facciamo un ripassino con la bussola, e ripartiamo.

Sulle balze finali avvistiamo alcuni gruppi(qui fort!) in discesa che si arrestano per una ripellata vigorosa verso l’altra cima il Chili Hureli 2797. Noi, rimasti nelle retrovie, poco dopo calpestiamo la vetta del Grosshorn 2780m insieme ad altri gruppi.Complimentandoci,  ammiriamo dalla sommità il gruppo del Bernina, il cupolone del Platta il Piz Curver, il Pizzo Stella ed il pizzo d’Emet.

Il vento tira in cima e ci induce ad effettuare un rapido cambio assetto per imbastire la discesa.Si parte, la neve in alcuni punti è un pelo cartonata, ma una buona scelta dei pendii ci permette trovare della buona coltre sciabile, a tratti anche polverosa.Giunti a quota 2100m ci fermiamo ed effettuiamo l’esercitazione di autosoccorso.Ora non ci resta che far scivolare gli assi verso il basso sino allo starting point.

Finisce così una bella giornata tra un buon bicchiere ed un pezzo di ottimo di pane offerto dal nostro Prestineè Giorgio.

op!!

Tommy

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: