SA2 2019 e sem partii…….

by

Dopo le due uscite didattiche del 16 e 24 Marzo su autosoccorso in valanga e manovre su roccia siamo alla prima uscita in ambiente.

Destinazione ghiacciaio del Morteratsch.

Saliamo con la funivia al Diavolezza, un suggestivo sfondo che abbraccia un’area che va da Piz Palü al Pizzo Bernina, passando per Bellavista. Uno spazio da contemplare ,nel quale svolgere la nostra attività.

Scendiamo con gli sci sul ghiacciaio sottostante e nei pressi dell’Isla Persa, punto di congiungimento dei ghiacciai Morteratsch e Pers, cambiamo assetto, mettiamo le pelli e saliamo alla capanna Boval dove pernotteremo.

Pomeriggio dedicato alla didattica, progressione individuale con ramponi e picozza, legature e ancoraggi su neve. Verso le 16.00 termine delle ostilità e rientro in capanna.

Boval Hutte classico rifugio svizzero, buona accoglienza dei gestori molto cordiali, ambiente spartano, no acqua corrente e servizi all’esterno anche per signore. 18.30 cena svizzera poi in branda, domani mattina la sveglia è presto e c’è anche il passaggio all’ora legale.

Alle 6.45 ora legale, 5.45 solare, ci mettiamo in cammino con direzione nord-ovest, aggiriamo i contrafforti del Corn Boval e Piz Boval fino a immetterci sul vadret Boval Dadour puntando alla fourcla Misaun. Risaliamo con gli sci fin dove è possibile, l’ultima parte è da fare con picca e ramponi.

Giunti alla fourcla Misaun dobbiamo scendere il canale che ci immette sul vedret da Misaun, 80 metri ripidi e delicati, mettiamo una corda fissa e scendiamo assicurati.

Raggiunto il ghiacciaio altro cambio di assetto e calzati gli sci puntiamo alla fourcla Tschierva.

Da qui con direzione Ovest e ormai fuori dalle difficoltà raggiungiamo la nostra cima Piz Tschierva 3546 mt. Punto panoramico straordinario sulle cime del gruppo Bernina – Roseg.

Tutti gli allievi in vetta !!!

Dopo la sosta in vetta inizia la discesa, distanziati per non arrivare tutti insieme al canale da risalire per tornare alla fourcla Misaun.

Poi bellissima discesa su neve morbida nel canale sottostante la detta forcella.

Breve sosta al rifugio per recuperare quanto lasciato la mattina e goderci la meritata birra e poi giù sci ai piedi sul ghiacciaio fino alla stazione ferroviaria di Morteratsch.

Grazie a tutti Allievi e Istruttori

Alla prossima

Paolo Taroni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: